FLASH NEWS

a cura della Segreteria Organizzativa Nazionale SIMG - Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie

lunedì 30 settembre 2013

La prescrizione consapevole e responsabile dei farmaci soggetti a piano terapeutico. Attività sportiva e ecg: cosa dobbiamo ricercare e sapere. Le nuove norme penali sulla colpa lieve in ambito medico.

26 ottobre Alessandria: Aggiornamento SIMG sez. di Alessandria. 


E’ la prima di una serie di iniziative, che come sezione volevamo avviare con cadenza semestrale. Il programma riguarderà solo alcuni dei farmaci per i quali la MG è stata emarginata sono numerosi. Volevamo occuparci dei farmaci che autonomamente non possiamo prescrivere (PT), di cui abbiamo o abbiamo avuto scarsa informazione (abolizione PT), farmaci che stanno diventando di uso routinario ma di competenza specialistica. Verranno valutate in maniera sintetica le indicazioni, gli effetti collaterali a breve e lungo termine, le interazioni, quale tipo di sorveglianza. Per il primo incontro verranno trattati i rischi emergenti delle incretine, i rischi metabolici e cardiovascolari degli analoghi delle gonadotropine e dei farmaci interferenti sugli estrogeni, ivabradina, ranozalina, nuovi anticoagulanti orali.
Ci saranno due brevi appendici che riguarderanno: 1) le informazioni derivanti da un ecg di base nell’ambito della attività sportiva non agonistica in generale e 2) la norma della legge Balduzzi che esclude la rilevanza penale delle condotte dei medici connotate da colpa lieve, che si collochino all'interno dell'area segnata da linee guida o da virtuose pratiche mediche, purché esse siano accreditate dalla comunità scientifica.
Si svolgerà presso l’Hospice di Alessandria dalle 8.30 alle 12.30 (per adesioni rispondere a questa mail o telefonare in sede 013143717)

venerdì 27 settembre 2013

“Guadagna Salute, passeggiando con il tuo medico in città” Progetto Manfredonia



FINALITA’
1-      Incoraggiare i pazienti ad organizzare il proprio tempo libero dedicandolo all’attività ludica, quale il semplice camminare,  naturale antidoto per combattere e quindi evitare le nuove epidemie sociali dei Paesi Occidentali : obesità, diabete mellito, sedentarietà e depressione.
2-     Dimostrare che l’attività fisica è un rimedio semplice ed efficace che, se il MMG mette in pratica di persona dando in pratica l’esempio, riesce ad ottenere un maggiore “aderenza” terapeutica da parte dei propri assistiti (la migliore dimostrazione di rapporto Medico-Paziente mai realizzato in concreto).


PROGETTO
Il progetto durerà almeno 12 mesi, partirà il 14 settembre 2013 e terminerà il 13 settembre  2014. In teoria potrebbe durare per sempre!!  
  Il MMG che aderisce al progetto  ha il compito di arruolare tra i propri pazienti 12 soggetti con patologie dismetaboliche dividendoli in due gruppi: (Gruppo M = Motivati ) n° 6 soggetti individuati a caso che dopo breve relazione sui benefici dell’attività ludico-motoria, avvertono la necessità e  la motivazione di impegnarsi nei tempi e nei modi della ricerca e quindi di aderire al progetto e (Gruppo I = inattivi) n° 6 soggetti che, pur invitati a partecipare, non dimostrano interesse all’attività ludica-ricreativa (gruppo di controllo).
  Il MMG ha numerosi compiti nel Servizio Sanitario Nazionale e si occupa in primis della Salute dei propri assistiti. Egli oltre a svolgere il ruolo peculiare di  operatore della Salute  è anche un educatore , pertanto è chiamato a mettere in atto esempi concreti di prevenzione primaria e secondaria a: tabagismo, abuso di alcol, errori nell’alimentazione, sedentarietà e così via. Il MMG deve saper promuovere la Salute, sapere consigliare e prescrivere l’esercizio fisico al pari di un  “farmaco”. Altro scopo del progetto è valutare se l’attività ludica possa apportare oltre ai noti benefici le seguenti auspicabili modifiche a: (a)  terapia cronica dei pazienti arruolati, nel senso di riduzione della dose dei farmaci;  (b) parametri antropometrici (Peso, BMI e CV);  (c)  indicatori di esito (P.A., Ldl-Col., Glicemia, Emoglobina glicata e miglioramento dell’umore valutato con le apposite scale).


Prevenzione I e II  nei soggetti  di età 40-65 anni affetti da una delle seguenti “patologie”:
·         Obesità e Sovrappeso
·         Steatosi Epatica
·         Diabete Mellito
·         Dislipidemia
·         Sedentarietà

Compiti e organizzazione del MMG
  Il MMG aderente al “Progetto Manfredonia”  deve individuare ed arruolare 12 pazienti tra i propri e dividerli  in due gruppi: Gruppo M,  n° 6 pazienti motivati dopo breve relazione sull’importanza e sui benefici dell’attività ludica; Gruppo I, individuare n° 6 “pazienti indifferenti” per vari motivi ad impegnarsi nello svolgere in modo sistematico l’attività ludica.
Compiti del MMG:
*      Organizzazione del Setting di Medicina Generale (Ambulatorio dedicato)
*      Far conoscere il protocollo del progetto ai potenziali pazienti da arruolare
*      Dopo accettazione, farsi firmare il consenso
*      Visita medica dei pazienti arruolati
*      Registrazione dei parametri antropometrici (PA, Peso,  Altezza,  BMI e  Circonferenza Vita)
*      Programmare eventuali controlli clinico-strumentali (esami di laboratorio,  ecg)

Nei mesi di:  dicembre, marzo, giugno e settembre
Il MMG deve riorganizzare il proprio “Ambulatorio dedicato”  al fine di richiamare gli assistiti reclutati (Gruppo M e Gruppo I) nello studio ed effettuare :
*      Controllare eventuali “assenze” dal programma e capire le giustificazioni apportate
*      Motivare e sostenere i benefici dell’attività fisica
*      Valutare e registrare i parametri antropometrici
*      Effettuare i controlli clinici
*      Verificare la terapia cronica
*      Registrare  eventuali cambiamenti e/o modifiche  della terapia cronica, consecutive all’attività ludica


Gennaio, maggio e settembre 2014
Stabilire le date per effettuare Audit di gruppo.



mercoledì 25 settembre 2013

comunicazione del Presidente a tutti i Soci SIMG in occasione del 30° Congresso

Cari Amici,
il 30° Congresso Nazionale SIMG si svolgerà a Firenze dal 21 al 23 novembre p.v.
Per  i Soci che non sono riusciti a trovare una sponsorizzazione per partecipare al Congresso, SIMG mette a disposizione un gran numero di pacchetti di ospitalità alberghiera.
L’offerta comprende  n. 2 pernottamenti in hotel a 3 o 4 stelle (notti del giovedì e del venerdì), trattamento B&B, con esclusione di ogni extra che sarà a vostro carico, come ad esempio la Tassa di Soggiorno (pari a un euro al giorno per persona per ogni stella).
E’ opportuno comunicare la vostra richiesta attraverso i Presidenti Provinciali e Regionali della SIMG. Una richiesta personale può essere comunque inviata.
Le adesioni verranno accettate fino al raggiungimento del numero di ospitalità massimo previsto, secondo l’ordine di arrivo della richiesta, che dovrà essere inviata entro e non oltre il 10 ottobre, all'indirizzo simg2013.reg@aimgroup.eu  e dovrà contenere nome, cognome, provenienza, cellulare e indirizzo e mail.
Si ricorda inoltre, che per avere il diritto a partecipare al Congresso tutti dovranno pagare il Contributo straordinario del Socio SIMG alle attività congressuali e culturali della Società, che per il Medico Socio SIMG è di Euro 100,00.
Sarà cura di AIM GROUP informarvi della accettazione della vostra richiesta  e ogni altro dettaglio in merito.
Fiducioso di incontrarci al nostro Congresso, vi ringrazio per l’attenzione.

Claudio Cricelli
Presidente SIMG

comunicazione inviata dal dott. Claudio Cricelli ai giovani medici per quanto riguarda il 30° Congresso Nazionale Simg.

Cari Amici,
in occasione del 30° Congresso Nazionale SIMG, che avrà luogo dal 21 al 23 novembre p.v., al Palazzo dei Congressi di Firenze, ci fa piacere informarvi che SIMG offre l'ospitalità alberghiera ai Giovani Medici Soci.
 
In dettaglio, l’offerta riguarda n. 2 pernottamenti in hotel (notti del giovedì e venerdì) con esclusione di ogni extra, che sarà a vostro carico, come ad esempio la Tassa di Soggiorno (pari a un euro al giorno per persona per ogni stella).

Le adesioni verranno accettate fino al raggiungimento del numero di ospitalità massimo previsto, secondo l’ordine di arrivo della richiesta, che dovrà essere inviata entro e non oltre il 10 ottobre,  preferibilmente attraverso i Presidenti Provinciali della SIMG, all'indirizzo
simg2013.reg@aimgroup.eu  e dovrà contenere nome, cognome, provenienza, cellulare e indirizzo e-mail.

Si ricorda che per avere il diritto all'ospitalità alberghiera è indispensabile:

- essere iscritti alla SIMG;
- essere in regola con il pagamento  della quota ridotta SIMG di Euro 62,50 per il 2013;
- pagare il contributo straordinario richiesto al Giovane Medico SIMG per partecipare alle attività congressuali della Società pari a Euro 50,00.

Sarà cura di AIM GROUP informarvi se sarete riusciti a rientrare nella lista dei pacchetti ospitalità omaggio e ogni altro dettaglio in merito.

Fiducioso di incontrarci al nostro Congresso, vi ringrazio per l’attenzione.

Un caro saluto a tutti.

Claudio Cricelli
Presidente S
IMG

martedì 24 settembre 2013

Prevalenza dei batteri emergenti portatori di resistenza del tipo ESBl

la  sezione SIMG di Imperia , in collaborazione con la Divisione di Malattie Infettive ed il Dipartimento di  Microbiologia, a settembre organizzerà un  corso finalizzato alla presentazione di un progetto transfrontaliero della durata di 24 mesi, volto a identificare la prevalenza dei batteri emergenti portatori di resistenza del tipo ESBl ( enterobatteri produttori di beta lattamasi a spettro esteso)
La sorveglianza epidemiologica nella regione PACA e in Liguria  si concluderà con la stesura di un protocollo comune per definire le linee guida italo-francesi per lo sviluppo epidemiologico  e la presa in carico dei pazienti.
La Presidente Senia Seno

PREVENIRE MEGLIO CHE CURARE …. O NO? INFORMAZIONE, DISINFORMAZIONE E BUONE PRATICHE CLINICHE


Convegno aperto a tutti
Giovedì 10 ottobre 2013 ore 20 - 22

I MEDICI DI FAMIGLIA INCONTRANO I CITTADINI
LA MEDICINA DEL TERRITORIO IERI, OGGI E DOMANI
Partecipano: Claudio Cricelli, Ottavio Davini, Franco Lupano, Giacomo Casale
Conduce: Giuseppe Ventriglia
Giornata di studio
Venerdì 11 ottobre ore 9 - 18

PREVENIRE MEGLIO CHE CURARE …. O NO?
Le azioni della SIMG in tema di prevenzione
L’organizzazione e gli strumenti nello studio del MG
Le vaccinazioni Screening del tumore colon retto
Screening mammogra􀏔ia Screening della prostata
Promozione degli stili di vita Test genetici
Verso la prevenzione quaternaria? Prevenire è meglio che curare … o no?
La medicina delle catastrofi
Patrocini: Ordini dei Medici Valle d’Aosta, Alessandria, Asti, Cuneo, Torino, Vercelli; Regione Valle d’Aosta, Regione Piemonte, Città di Torino; Slow Medicine; Scuola piemontese di Medicina Generale; IPASVI; Società Italiana di Igiene - SIti; Cittadinanzattiva; Protezione Civile-ANA; CIPES; ISDE.

Partecipazione al Convegno gratuita, iscrizioni in sede,
info 335 5367073
Sede: Casa del Teatro Ragazzi e Giovani - Corso Galileo Ferraris 266, Torino

lunedì 16 settembre 2013

Lettera del Presidente della SIMG

Cari Amici ,

desidero informarvi che la Simg parteciperà al Convegno dell’Associazione Nazionale Comuni d’Italia che si terrà a Firenze a metà ottobre 2013.
La ragione di tale partecipazione sta nel fatto  che molte delle nostre iniziative coinvolgono le autorità locali o ne prevedono ed auspicano il coinvolgimento.
Nel nostro stand mostreremo le iniziative per il Movimento e l’ambiente (5000 passi , MPS , inquinamento atmosferico, ISPO ) nonché le Azioni che stanno per iniziare , (progetto di prevenzione della violenza sulle donne -- Vìola , IL  gruppo di medici SIMG per le catastrofi in collaborazione con ANPASS) ed altri progetti .
Questi ultimi due progetti saranno oggetto di presentazione approfondità nel corso del nostro Congresso Nazionale di Firenze e richiederanno una ampia adesione e partecipazione da parte di tutti i Soci.
Obbiettivo e di avvicinare il maggior numero di autorità locali e di interessarle ai nostri progetti e diffondere la conoscenza della nostra attività sul territorio.
A tal fine , vi chiedo di inviarci eventuali progetti che coinvolgano Simg nei vostri Comuni, il vostro eventuale coinvolgimento nelle Amministrazioni comunali in qualità di Amministratori o collaboratori in attività , il vostro interesse a sviluppare progetti locali .
Lo stand della Simg sarà aperto per tre giorni nel polo espositivo della Fortezza da Basso . Se avete attività venite ad esporledi persona.  Avremo l’opportunità di presentarle , se veramente interessanti , nel corso della conferenza stampa che si terrà in quei giorni.
Con i migliori collegiali saluti

venerdì 13 settembre 2013

cercare informazioni sulla salute nel web

Tra luglio e settembre 2012, nell’ambito del progetto “WEB IN SALUTE”, è stata condotta in Italia, su un campione nazionale di 265 adulti,  la prima indagine on-line avente come obiettivo quello di studiare gli effetti della ricerca di informazioni di salute in Internet sulle azioni del medico e del paziente e sulle esperienze di salute associate alla comunicazione digitale dei farmaci con obbligo di prescrizione.
Il 46 per cento del campione intervistato ha trovato informazioni sui farmaci con obbligo di prescrizione durante la loro ricerca on-line negli ultimi 12 mesi.

Più specificatamente:
      84 % dei rispondenti è stato spinto ad avere una discussione su un farmaco menzionato o su altro problema di salute durante la visita medica
      30 % dei pazienti che hanno fatto la visita hanno parlato di un farmaco con obbligo di prescrizione
      36 % ha discusso di un nuovo problema di salute
      24 % ha parlato di un possibile cambiamento di trattamento  per una patologia in corso
      27 % erano in condizioni di salute sufficienti o cattive

Il 40 per cento degli intervistati ha riportato di non aver trovato informazioni esaustive sui rischi e benefici dei farmaci menzionati, mentre il 52 per cento riporta che le informazioni trovate online hanno aiutato a seguire le indicazioni ed i consigli del proprio medico. In aggiunta, solo il 20 per cento degli intervistati afferma che le informazioni trovate sul farmaco di prescrizione in Internet ha ridotto la fiducia nei confronti del proprio medico, mentre il 41 per cento afferma che ha contribuito a migliorare la comunicazione con il proprio medico.

Il 77% dei rispondenti afferma di avere un medico di fiducia ed il 15% afferma di averne più di uno. In linea con numerosi studi precedenti, nell’86% dei casi il medico di fiducia è rappresentato dal MMG. Ascoltare la sua voce è, quindi, fondamentale per gli scopi del progetto Web in Salute che mira ad individuare azioni tese a sfruttare al meglio gli effetti positivi della rete contribuendo positivamente allo svolgimento dell’operato della classe medica in generale e del MMG in particolare in quanto attore sempre più centrale nell’offerta di salute in Italia e nel perseguimento degli obiettivi di gestione efficace della sanità.