FLASH NEWS

a cura della Segreteria Organizzativa Nazionale SIMG - Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie

venerdì 23 maggio 2014

Elezioni del 25 maggio. Una lettera del Presidente Claudio Cricelli

Cari Soci,

domenica  25 MAGGIO si voterà per il Parlamento Europeo e per il rinnovo di numerose amministrazioni locali.
La regola della SIMG è di mantenere un atteggiamento neutrale ed indipendente, privo di qualunque interferenza con le opinioni e appartenenze dei propri iscritti.
Riceviamo peraltro comunicazioni da parte di alcuni candidati che ci chiedono di diffondere i loro programmi.
Lo facciamo alla sola condizione che essi contengano intenzioni e contenuti di promozione e sostegno della Medicina Generale.
A poche ore dal silenzio elettorale abbiamo ricevuto messaggi da parte di tre candidati.
Ve li inoltro per opportuna conoscenza.

Damiano Parretti  - Presidente  SIMG dell’Umbria – Capolista PD al Comune di Perugia – Medico di Medicina Generale con programma di forte sostegno alle
Iniziative socio sanitarie a sostegno dei servizi territoriali oggi fortemente minacciati dalle politiche restrittive.

Valentina Mantua – Psichiatra e Farmacologa – Candidata Europea lista PD – Lazio Umbria Marche Toscana –. Ha inviato un programma con forti riconoscimenti
Del ruolo della MG e di revisione delle  forti limitazioni oggi presenti nel settore farmaceutico nei confronti dei MMG.

Leopoldo Di Girolamo – MMG – iscritto Simg di Terni – Candidato Sindaco Lista PD al Comune di Terni – Programma con forti elementi di sostegno alle cure ed ai servizi socio-sanitari del territorio.

Non abbiamo ricevuto altre segnalazioni da parte di candidati e inviamo questa comunicazione a puro titolo informativo e senza alcuna sollecitazioni di voto.


Claudio Cricelli

VI GIORNATA NAZIONALE DEL MAL DI TESTA



ARTICOLO SULLA VI GIORNATA NAZIONALE DEL MAL DI TESTA “DAI UN CALCIO AL MAL DI TESTA” SVOLTA PRESSO L’EX CONVENTO DI SAN FRANCESCO SABATO 17/05/2014 ALLE ORE 17:30

La giornata di studi e di seminario, promossa in occasione della manifestazione della “VI Giornata Nazionale del mal di testa”, dal titolo “Dai un calcio al mal di testa”, organizzata dal dott. Nino Sandullo,animatore di formazione della SIMG e vice coordinatore della sezione siciliana della SISC, svoltasi sabato 17/05/2014, alle ore 17:30, presso l’ex convento di San Francesco di Sciacca insieme ad altri patner e all’assemblea territoriale di Cittaadinanzattiva-TDM, ha visto la partecipazione significativa di moltissimi medici di famiglia, specialisti, operatori del mondo sanitario e soprattutto di tanti cittadini saccensi e dei paesi limitrofi.
La tematica scelta è stata la seguente: “Il dolore e le cefalee croniche”.
Il talk show si è articolato in due fasi. In una prima la giornalista Noemi Tummiolo ha posto una serie di domande al dott. Sandullo, successivamente il dott. Alfredo Mancuso, responsabile del centro di terapia antalgica dell’Azienda ospedaliera di Sciacca, ha presentato la sua equipe e ha esposto quanto viene fatto da loro nei confronti dei pazienti.
Successivamente, si è aperto un ampio dibattito sul tema, oggetto del convegno.
Si è parlato a lungo della legge 38/2010 (Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore), della carta dei diritti sul dolore inutile, dell’importanza della diagnosi, del ruolo  fondamentale del medico di famiglia, che deve accompagnare il paziente nel percorso della sua sofferenza, della necessità di rivolgersi a operatori e centri specializzati, senza seguire linee “fai da te”, che risultano molto dannose, di tutte le terapie che è possibile fare, degli ultimi studi della scienza.
C’è stato un notevole interesse da parte degli intervenuti e una soddisfazione di molti presenti, che hanno avuto l’opportunità di rivolgere domande, di porre interrogativi e dubbi e di avere ricevuto subito risposte esaustive, chiare e semplici. Infatti, il linguaggio adoperato dai relatori risultava comprensibile e di facile comunicazione.
Il dott. Sandullo ha posto la sua attenzione sulla delicatezza e sulla complessità del ruolo che spetta al medico di famiglia e ha rivolto ai medici presenti  un vero e proprio appello di non sottovalutare il problema delle cefalee croniche e di agire con massimo rigore scientifico e con grandissimo scrupolo nella stesura della diagnosi.
Il seminario è stato estremamente utile per fornire conoscenze specifiche sul tema, per sensibilizzare ancora di più e per aumentare la consapevolezza di ognuno che le cefalee croniche sono una malattia invalidante seria e grave.
Quest’opera di sensibilizzazione viene condotta da anni dal dott. Sandullo e da Cittadinanzattiva-TDM nei confronti di tutta la comunità e, infatti ,si è registrato un maggior desiderio di conoscenza ed una maggiore padronanza di che cos’è la malattia, di cui si soffre.
Non è mancato, alla fine, un messaggio positivo di speranza per molti pazienti che soffrono di cefalee croniche, così come ci sono state testimonianze vere di persone affette dalla patologia, che si sono curate e che ora hanno una vita normale nelle loro famiglie e nella comunità.
Ciò ha dato un valore aggiunto alla giornata e ha permesso di capire che le possibili terapie e cure consentono grandi miglioramenti  nel proprio stato di salute, come giustamente sottolineato dal dott. Sandullo.
In ultimo, il dott. Sandullo, proprio per alleggerire il tema, ha fatto un excursus storico di lettura e  di analisi estetica di moltissimi dipinti, raffiguranti la sofferenza nelle sue svariate forme.
Ci si auspica che tali iniziative culturali, i cui obiettivi formativi e sociali sono così nobili ed elevati, si possano ripetere, convinti come siamo che dall’informazione e dalla formazione si arriva alla piena maturità e senso critico del cittadino, soggetto attivo  e non oggetto.
Solo attraverso una partecipazione e una consapevolezza del soggetto che ha una patologia e che collabora con il medico ci può essere una più pronta e più piena guarigione.
Un plauso al dott. Sandullo, promotore della giornata e per essere un sicuro punto di riferimento nel territorio di Sciacca e della regione Sicilia.  
Gero Maggio, Cittadinanzattiva –TDM
Nino  Sandullo,animatore di formazione SIMG,Vice coordinatore SISC-Sicilia

martedì 20 maggio 2014

Il dolore "difficile" - Convegno a Francavilla (Chieti)

l convegno è indirizzato a tutti i Medici impegnati nella Terapia del Dolore, dai Medici di Medicina Generale agli Algologi, agli Ortopedici, ai Neurologi, ai Fisiatri.
Il dolore neuropatico, infatti, è una entità ubiquitaria ed insidiosa, una vera sfida per
il Medico, da molti definito “dolore difficile”.
Spesso si arriva ad utilizzare oppioidi
forti, con risultati non sempre confortanti. Migliori risultati si ottengono con una terapia multimodale, che abbia la funzione di “attaccare” il dolore in punti diversi del sistema di trasmissione/modulazione. In tal modo è possibile ottenere una sinergia di sommazione o poten-ziamento degli effetti antalgici, ma non una sommazione di effetti collaterali. Il convegno si ispira, pertanto, alla legge 38 del 2010, che impone ai Sanitari di percorrere tutte le strade possibili per la gestione ottimale del dolore nei pazienti, indipendentemente dalle cause e dal luogo di cura.
La Fondazione Paolo Procacci e
l’Associazione Italiana per lo Studio del Dolore sono impegnate in eventi formativi sulla gestione del dolore acuto e cronico, nella convinzione che un’evoluzione in questo campo rappresenti la migliore espressione del vivere civile. 



Linee Guida Friuli Venezia Giulia su diverse patologie

La SIMG FVG ha partecipato alla stesura di Linee guida Regionali in FVG.


Cliccando qui potrete prenderne visione.


martedì 13 maggio 2014

Cirrosi Epatica - AIGO e SIMG - Umbria



Pina Inferrera al Photofestival 2014 di Milano


Humanitas, va in scena 'Ohi dottò!': lo spettacolo-testimonianza di un medico diventato paziente


LA GESTIONE DELL’IPOTIROIDISMO IN MEDICINA GENERALE: DALLA DIAGNOSI ALLA TERAPIA


Torino
Sabato 31 Maggio 2014
Hotel NH Ambasciatori
Le patologie tiroidee sono tra quelle che più frequentemente richiedono l’intervento del Medico di Medicina Generale, sia per un disease management diretto sia per quello condiviso. L’alterazione della produzione ormonale è responsabile di modificazioni metaboliche con inferenze sull’appetito, sulla affaticabilità, sulla termogenesi, sulle funzioni cardio-vascolari, psichiche, intestinali, muscolari, sulla sfera sessuale e riproduttiva, ecc. (1).
Dai dati di Health Search-CSD LPD, Istituto di ricerca della Medicina Generale italiana, relativamente all’anno 2011, si evince che i disturbi della ghiandola tiroidea sono occasione di contatto medico-paziente causa specifica nel 2,6% di tutti i contatti (e al 7° posto in termini assoluti tra le cause di accesso negli studi di MG).
La levotiroxina (dati Osmed 2011) è inoltre il 7° farmaco più prescritto a livello territoriale. Nonostante questo, nella medicina generale italiana è diffusa la convinzione che la diagnosi e il trattamento delle patologie tiroidee rientrino tra le competenze specialistiche; per alcune è così, per altre il MMG può averne le competenze per un corretto management nella maggior parte dei casi e quindi rientrare nell’ambito degli interventi delle cure primarie (2-3).
L’ipotiroidismo, in particolare, è una malattia molto frequente nel mondo occidentale con una prevalenza della forma primaria del 3,5/100 circa nelle donne e dello 0,6/100 circa nei maschi. Esso presenta inoltre una sintomatologia talvolta importante, ed aspecifica che, frequentemente, può indurre a diagnosi erronee diverse prima del corretto orientamento. Per questa patologia il MMG riveste un ruolo importante sia nella valutazione clinica, oltre che nel follow-up, nella gestione terapeutica, con occasionale
shared management.
La levotiroxina è la terapia di elezione (e l’unica disponibile) per il trattamento dell’ipotiroidismo. Essa è relativamente semplice da gestire ,ma ciò non esenta il terapeuta dall’obbligo di monitorare sistematicamente gli effetti del farmaco e di fare speciale attenzione alla corretta modalità di assunzione, per favorire una sua ottimale farmacocinetica e farmacodinamica.
Per la levotiroxina sono cogenti vari problemi relativi all’assorbimento del farmaco (cibo, patologie gastriche, patologie intestinali, ecc). La possibilità di interferenza va considerata molto frequentemente, e questo rappresenta un aspetto di pertinenza del MMG.

page1image19328

MMG, Presidente SIMG Sezione di Torino
PROGRAMMA
page2image1544
8.30: Registrazione dei partecipanti e Introduzione: gli obiettivi del Corso 8.35: L’ipotiroidismo: dal sospetto clinico alla diagnosi
9.10: Discussione
9.20: Le strategie di gestione dell’ipotiroidismo in MG: gli obiettivi di follow-up e terapeutici
9.40: La terapia con ormoni tiroidei: dalle basi farmacologiche alle strategie di trattamento per favorire la massima efficacia terapeutica della levotiroxina
10.00: Discussione dei minicasi clinici interattivi
10.30: coffee break
10.45: Problemi e strategie nella gestione della poli-farmacoterapia nei pazienti cronici. Come ottimizzare l’efficacia e la sicurezza dei farmaci e favorire la compliance.: le domande dei medici
12.45: Compilazione questionario ECM 13.00: Chiusura del corso
Dr.ssa Pierangela Rista
DOCENTE UNICO
page2image8768 page2image8928
SEDE DEL CORSO
Hotel NH Ambasciatori Corso V. Emanuele II Torino
INFORMAZIONI GENERALI
SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Simg Service Srl
Via del Pignoncino 9-11 50142 Firenze
Tel. 0557399199 e.mail:
info@simgservice.it
PROVIDER ECM
S.I.M.G.
Società Italiana di Medicina Generale
Via del Pignoncino 9-11 50142 Firenze
Tel. 055700027

page2image14096
Il corso è stato accreditato per la seguente disciplina: Medicina Generale Al corso sono stati assegnati n. 4,5 Crediti Formativi ECM 

Contro il tumore ovarico: il silenzio non è d'oro

8/5/14 giornata mondiale sul tumore ovarico
E’ stata presentata a Milano presso lo IEO la guida Acto Onlus al Tumore Ovarico , alla cui preparazione abbiamo partecipato.
La Guida mette a fuoco ,in maniera narrativa e di gradevole lettura, i numeri del tumore ovarico ed il tema dell’ereditarietà pur mettendo in guardia da screening inutili. Stimola il colloquio con il proprio medico in presenza di sintomi sospetti, pur se generici e raccomanda i criteri con cui scegliere il centro specialistico di riferimento in caso di malattia.
Sono previste iniziative di divulgazione e di formazione, delle quali vi terremo aggiornati
Raffaella Michieli

Maurizio Cancian

Clicca qui per accedere alla guida

Accordo Regione Umbria - SIMG: Analisi dei costi del Diabete Mellito e dello Scompenso Cardiaco

Sanita’: Marini (Umbria), serve equilibrio e appropriatezza cura-costi. Venerdì 9 maggio 2014
Perugia, 9 mag. – “Un giusto equilibrio tra appropriatezza della cura sotto il profilo scientifico e sanitario, e suoi costi contribuisce in maniera determinante alla sostenibilita’ economica di tutto il sistema sanitario”. Lo ha detto la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, intervenuta a al convegno che si e’ svolto oggi a Villa Umbra (Perugia) per la presentazione dello studio ‘Analisi dei costi del diabete mellito e dello scompenso cardiaco’.
“Da tempo le Regioni italiane – ha proseguito Marini – stanno lavorando affinche’ il modello della sanita’ in Italia faccia sempre perno sul suo carattere pubblico ed universalistico. Affinche’ questa sfida, sempre attuale, possa essere vinta e’ necessario che la programmazione sanitaria assuma sempre un ruolo centrale. Cio’ aiuta noi pubblici amministratori e voi operatori a individuare le soluzioni migliori e le risposte piu’ adeguate sui modelli di cura delle diverse patologie particolarmente diffuse tra la popolazione, che siano le piu’ efficienti ed efficaci per la salute del cittadino, ed al tempo stesso per l’equilibrio dei conti pubblici. E’ questo, anche, l’obiettivo centrale del nuovo Patto per la salute che, spero – ha concluso Marini – Regioni e Governo presto firmeranno”.

Clicca qui per i documenti



VI GIORNATA DELLA CEFALEA“DAI UN CALCIO AL MAL DI TESTA"

VI  GIORNATA NAZIONALE DEL MAL DI TESTA 2014

DAI UN CALCIO AL MAL DI TESTA
SCIACCA 17 MAGGIO 2014
EX CONVENTO S.FRANCESCO

ANCHE QUEST’ANNO, NELLA QUALITA’ DI VICE-COORDINATORE DELLA SEZIONE SICILIANA DELLA SISC,ORGANIZZO A SCIACCA LA VI GIORNATA DELLA CEFALEA“DAI UN CALCIO AL MAL DI TESTA”. LA MANIFESTAZIONE CHE GIA NEGLI ANNI PASSATI HA RISCOSSO GRANDE SUCCESSO NELLA CITTA’ E CHE HA VISTO LA PARTECIPAZIONTE DI TANTI CITTADINI E PAZIENTI,RAPPRESENTA ORMAI UN EVENTO ATTESO DALLA COMUNITA’ .
L’ARGOMENTO SCELTO QUESTA’ANNO E’:
 IL DOLORE E LE CEFALEE CRONICHE. LA LEGGE 38/2010 (DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L’ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE).
LEGGE CHE  STENTA A TROVARE  UN PIENO RISVOLTO APPLICATIVO  PER QUESTI PAZIENTI  CHE   PER IL 90% SI CURA CON FARMACI  “FAI DA TE”  CHE POSSONO PORTARE SE ASSUNTI PER LUNGHI PERIODI SENZA CONTROLLO MEDICO,AD UNA SERIE DI EFFETTI INDESIDERATI E ANCHE ALLA CRONICIZZAZIONE  DELL’EMICRANIA E DELLE ALTRE CEFALEE PRIMARIE.
PARTICOLARE ATTENZIONE SARA’ RIVOLTA AI GIOVANI,NON RARAMENTE CEFALALGICI SIN DALL’INFANZIA E DALL’ADOLESCENZA (25% DELLA POPOLAZIONE PEDIATRICA IN ETA’ SCOLARE,SOPRATTUTTO FEMMINILE) CON CONSEGUENZE RILEVANTI NON SOLO NEL RENDIMENTO SCOLASTICO MA ANCHE NEL CARATTERE CON ALTERAZIONI ALIMENTARI, DEL SONNO E DISAGIO FAMILIARE. 
SI PARLERA’ ANCHE DELL’ ITALIAN MIGRAINE PROJET E DEL  SOCIAL MANIFESTO DEI DIRITTI DELLA PERSONA CON CEFALEA, IL PRIMO IN ITALIA, CHE  HA RICEVUTO IL PATROCINIO  DELL’ASSOCIAZIONE DI INIZIATIVA PARLAMENTARE PER LA SALUTE E LA PREVENZIONE I  CUI OBIETTIVI SONO:  IL RICONOSCIMENTO DELLA CEFALEA CRONICA  COME MALATTIA SOCIALE ,LA CREAZIONE  DI PERCORSI DIAGNOSTICO-TERAPEUTICI-ASSISTENZIALI UNIFORMI IN TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE, ADEGUATI ALLE NECESSITA’ DEL SINGOLO PAZIENTE E ISPIRATI AGLI STANDARD ASSISTENZIALI DELLE LINEE GUIDA, LA  FORMAZIONE DEGLI OPERATORI,L’INFORMAZIONE DEL PAZIENTE SULLA CORRETTA  GESTIONE DELLA MALATTIA E COME ORIENTARSI  ALL’INTERNO DEI SEVIZI SANITARI .

PROGRAMMA
LA GIORNATA INIZIA VENERDI 16 MAGGIO ORE 22,00  CON ..CEFALEANDO  TRA I GIOVANI
(INCONTRI ORGANIZZATI CON I GIOVANI  IN 2 PUB DELLA CITTA’)
SABATO 17 MAGGIO VERRANNO ALLESTITI DEI PUNTI INFORMAZIONE,  NELLE FARMACIE E NEI PRINCIPALI CENTRI COMMERCIALI  DELLA CITTA’, DOVE DEI VOLONTARI,APPOSITAMENTE ADDESTRATI,DISTIBUIRANNO DEL MATERIALE INFORMATIVOSUL DOLORE CRONICO,LA CEFALEA CRONICA E LA LEGGE 38, E INVITERANNO GLI ASTANTI ALL’INCONTRO CHE SI SVOLGERA’ IN SERATA
ALLE ORE 17,30  PRESSO EX CONVENTO S.FRANCESO :
TALK SHOW : LA GIORNALISTA SANTINA MATALONE INTERVISTA IL DOTT. NINO SANDULLO SULLE CEFALEE CRONICHE
A SEGUIRE… LA PAROLA AI PAZIENTI
CONCLUDERA’ IL DOTT. NINO SANDULLO :
IL DOLORE NEL PAZIENTE E NELL’ARTE: DAL MITO ALLA LEGGE N° 38