FLASH NEWS

a cura della Segreteria Organizzativa Nazionale SIMG - Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie

martedì 24 febbraio 2015

SURVEY SUI PEPTIDI NATRIURETICI - AREA CARDIOVASCOLARE SIMG

Caro Amico,

nelle scorse settimane avete ricevuto tramite FOCUS-on e il bollettino SIMG-Flash-News, l’invito a partecipare ad una survey sui peptidi natriuretici.

Molti colleghi hanno già risposto ma puntiamo a raggiungere un numero di risposte che darebbero alla nostra indagine una notevole valenza statistica.  

Teniamo molto a questo sondaggio perché il tema dello scompenso cardiaco è sempre più rilevante mentre i peptidi natriuretici sono poco conosciuti ed utilizzati in modo inspiegabilmente molto disomogeneo sul territorio nazionale.

Ti preghiamo, quindi, se non l’avessi già fatto, di rispondere al questionario (sono due paginette e si compila in pochi minuti), basta cliccare sul seguente link: 


Grazie per la collaborazione

Dott. Damiano Parretti
Responsabile Nazionale Area Cardiovascolare SIMG

Dott. Gaetano D’Ambrosio
Area Cardiovascolare SIMG
Responsabile Progetto BNP

lunedì 23 febbraio 2015

IL MEDICO DI FAMIGLIA E LA CORRETTA GESTIONE DEL PAZIENTE DIABETICO - CASERTA



FIBROSI CISTICA - INDAGINE ONLINE

Fare o non fare lo screening del portatore sano per la fibrosi cistica? La voce dei cittadini e della comunità scientifica. Partecipa all’indagine online.

Il progetto è promosso da IRCCS-Istituto Mario Negri, in collaborazione con Zadig Editoria Scientifica e il Centro Fibrosi Cistica dell’Ospedale Borgo Trento di Verona.
Il progetto è nato per richiedere ad un gruppo di cittadini di deliberare, in nome della collettività, su un intervento medico per cui ci sono posizioni controverse attraverso il metodo delle Giurie dei cittadini. L’intervento è lo screening del portatore sano della fibrosi cistica, un esame genetico per individuare i portatori sani che possono trasmettere la malattia a un figlio se anche l'altro genitore è portatore di una mutazione simile.
L’idea di base è che le decisioni sugli interventi di salute debbano essere condivise anche con i cittadini, messi nella condizione di poter decidere grazie ad informazioni trasparenti e complete. Durante il progetto sono state organizzate tre giurie di cittadini che hanno risposto alla domanda “Il servizio sanitario deve o no organizzare uno screening nella popolazione con lo scopo di individuare persone sane che potrebbero avere figli malati di fibrosi cistica?”. La stessa domanda è ora oggetto di una indagine online rivolta a operatori sanitari e cittadini.
Il medico di medicina generale è sempre in prima fila nel fornire informazioni e supporto alle scelte di salute e per questo è particolarmente importante la sua partecipazione a questa indagine.
Per partecipare all’indagine che richiede pochi minuti per rispondere collegarsi al link:

Il progetto ha vinto un bando della Fondazione per la ricerca sulla fibrosi cistica - Onlus.

Per saperne di più
-       Mosconi P, Castellani C, Villani W, Satolli R. Cystic fibrosis: to screen or not to screen? Involving a Citizens’ jury in decisions on screening carrier. Health Expect 2014 doi:10.1111/hex.12261.
-       http://www.partecipasalute.it/cms_2/giurie-cittadini/modello.

GIORNATE SALENTINE DI MG - BRINDISI 13 e 14 MARZO


La lotta al cancro non ha colore - INSIEME CONTRO IL CANCRO

Mercoledì 11 febbraio 2015, la Fondazione “Insieme contro il cancro” ha organizzato un Convegno Nazionale “La lotta al cancro non ha colore” presso Sala Aldo Moro della Camera dei Deputati alla presenza anche del Dott. Claudio Cricelli, dove sono stati presentati i 4 opuscoli sulla prevenzione (fumo, alcol, alimentazione e screening), tradotti in 7 lingue (inglese, francese, spagnolo, filippino, cinese, arabo e italiano).

Un progetto nato per sensibilizzare la popolazione immigrata nonché gli strati sociali più disagiati del nostro paese su corretti stili di vita e sulle possibilità offerte dalla diagnosi precoce dei tumori.

Le pubblicazioni nelle varie lingue sono scaricabili attraverso il seguente link:  





RAPPORTO INFLUENZA STAGIONE 2014-2015 - BOLLETTINO SETTIMANALE DELL’INFLUENZA - 7° settimana 2015 ( 9 febbraio - 15 febbraio)

BOLLETTINO DELLA SOCIETA’ ITALIANA DI MEDICINA GENERALE 
a cura di Aurelio Sessa


7° settimana 2015 (9 febbraio - 15 febbraio) 

IN ITALIA 


 Nel corso di questa settimana di rilevazione oltre 800 medici sentinella, con un denominatore di popolazione di oltre 1 milione di assistiti, hanno segnalato complessivamente 8.162 casi di influenza clinica. 

L’incidenza calcolata è stata di 7.75 casi per 1000 abitanti. 


 Rapportando questo dato all’intera popolazione italiana si stima che, nel corso di questa settimana di rilevazione siano state colpite da influenza complessivamente 465.000 persone. 




Le regioni più colpite sono Marche, Trentino e Molise rispettivamente con 16.54, 13.28 e 13.05 casi per 1000 abitanti, mentre Puglia, Friuli e Veneto le meno colpite (rispettivamente con 3.74, 4.91 e 4.96 casi per mille abitanti). 
E’ possibile visionare il grafico dell’andamento dell’influenza sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità (www.iss.it/iflu). 


Dal Centro Interuniversitario di Ricerca sull’Influenza e Infezioni Virali (CIRI-IV), che riceve informazioni da circa 400 medici sentinella di 10 Regioni con un denominatore di popolazione di circa 600.000 unità, sono stati segnalati, nel corso di questa settimana, 2017 nuovi casi di infezioni delle vie aeree. L’incidenza delle infezioni delle vie aeree da virus non influenzali (ARI = Acute Respiratory Illness) è stata del 3.46 per mille che significa 207.600 nuovi casi su tutto il territorio nazionale (www.influciri.it). 





Queste infezioni colpiscono prevalentemente i piccoli (0-4 anni: oltre l’ 8 per mille) e i giovani (5-14 anni: oltre il 5 per mille). 

IN EUROPA 

L’attività dell’influenza in Europa è ampiamente diffusa specialmente nel nord e ovest Europa. Un òlieve decremento della positività dei tamponi per l’influenza (attualmente al 49%) sta ad indicare che in alcuni Paesi l’attività dell’influenza comincia a diminuire. Solo in 15 Paesi l’influenza è ancora in aumento o è stabilizzata. Il sottotipo predominante sia sul territorio che per i casi ricoverati è il virus A/H3N2. Circa i . dei virus A/H3N2 presentano delle differenze antigeniche (drift) rispetto al ceppo A/H3N2 contenuto nel vaccino stagionale  (www.flunewseurope.org ).  







RAPPORTO INFLUENZA STAGIONE 2014-2015 - BOLLETTINO SETTIMANALE DELL’INFLUENZA - 6° settimana 2015 (2 febbraio - 8 febbraio)

BOLLETTINO DELLA SOCIETA’ ITALIANA DI MEDICINA GENERALE 
a cura di Aurelio Sessa


6° settimana 2015 (2 febbraio - 8 febbraio) 

IN ITALIA 

 Nel corso di questa settimana di rilevazione oltre 800 medici sentinella, con un denominatore di popolazione di oltre 1 milione di assistiti, hanno segnalato complessivamente 10.279  casi di influenza clinica. 

L’incidenza calcolata è stata di 9.57 casi per 1000 abitanti. 



 Rapportando questo dato all’intera popolazione italiana si stima che, nel corso di questa settimana di rilevazione siano state colpite da influenza complessivamente 574.200 persone. 


Le regioni più colpite sono Marche, Campania e Lazio rispettivamente con 18.53, 17.72 e 14.05 casi per 1000 abitanti, mentre Puglia, Sicilia e Friuli le meno colpite (rispettivamente con 4.60, 4.97 e 5.05 casi per mille abitanti). 
E’ possibile visionare il grafico dell’andamento dell’influenza sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità (www.iss.it/iflu). 


Dal Centro Interuniversitario di Ricerca sull’Influenza e Infezioni Virali (CIRI-IV), che riceve informazioni da circa 400 medici sentinella di 10 Regioni con un denominatore di popolazione di circa 600.000 unità, sono stati segnalati, nel corso di questa settimana, 2500 nuovi casi di infezioni delle vie aeree. L’incidenza delle infezioni delle vie aeree da virus non influenzali (ARI = Acute Respiratory Illness) è stata del 4.19 per mille che significa 251.400 nuovi casi su tutto il territorio nazionale (www.influciri.it). 



Queste infezioni colpiscono prevalentemente i piccoli (0-4 anni: oltre l’ 11 per mille) e i giovani (5-14 anni: oltre il 7 per mille). 



IN EUROPA 

L’attività dell’influenza in Europa è ampiamente diffusa specialmente nel nord e ovest Europa e continua ad incrementare in 20 Paesi. La positività dei tamponi per l’influenza è aumentata al 51%. Un incremento dei decessi, specialmente negli anziani di età superiore ai 65 anni, correlati ad influenza A/H3N2 continua a registrarsi in Belgio, Francia, Portogallo, Regno Unito, Spagna e Svizzera. Viene riportata la più alta mortalità in questa fascia di età rispetto alle precedenti 4 stagioni influenzali (http://www.euromomo.eu/).

Il sottotipo predominante sia sul territorio che per i casi ricoverati è il virus A/H3N2. Circa i . dei virus A/H3N2 presentano delle differenze antigeniche (drift) rispetto al ceppo A/H3N2 contenuto nel vaccino stagionale  (www.flunewseurope.org ). 






giovedì 12 febbraio 2015

RAPPORTO INFLUENZA STAGIONE 2014-2015 - BOLLETTINO SETTIMANALE DELL’INFLUENZA - 5° settimana 2015 (26 gennaio - 1 febbraio)

BOLLETTINO DELLA SOCIETA’ ITALIANA DI MEDICINA GENERALE 
a cura di Aurelio Sessa


5° settimana 2015 (26 gennaio - 1 febbraio) 

IN ITALIA 

 Nel corso di questa settimana di rilevazione oltre 800 medici sentinella, con un denominatore di popolazione di oltre 1 milione di assistiti, hanno segnalato complessivamente 11.175 casi di influenza clinica. 


L’incidenza calcolata è stata di 10.35 casi per 1000 abitanti. 


 Rapportando questo dato all’intera popolazione italiana si stima che, nel corso di questa settimana di rilevazione siano state colpite da influenza complessivamente 621.000 persone. 



Le regioni più colpite sono Marche, Campania ed Emilia Romagna rispettivamente con 20.97, 19.80 e 15.81 casi per 1000 abitanti, mentre Sicilia, Puglia e Basilicata le meno colpite (rispettivamente con 4.89, 5.62 e 6.18 casi per mille abitanti). 
E’ possibile visionare il grafico dell’andamento dell’influenza sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità (www.iss.it/iflu). 

Dal Centro Interuniversitario di Ricerca sull’Influenza e Infezioni Virali (CIRI-IV), che riceve informazioni da circa 400 medici sentinella di 10 Regioni con un denominatore di popolazione di circa 600.000 unità, sono stati segnalati, nel corso di questa settimana, 2408 nuovi casi di infezioni delle vie aeree. L’incidenza delle infezioni delle vie aeree da virus non influenzali (ARI = Acute Respiratory Illness) è stata del 4.01 per mille che significa 240.600 nuovi casi su tutto il territorio nazionale (www.influciri.it). 





Queste infezioni colpiscono prevalentemente i piccoli (0-4 anni: circa il 10 per mille) e i giovani (5-14 anni: circa 6.5 per mille). 




IN EUROPA 

Continua il diffondersi dell’influenza in Europa specialmente nel nord e ovest Europa e continua ad incrementare in 30 Paesi. La positività dei tamponi per l’influenza è aumentata al 49%. Un incremento dei decessi, specialmente negli anziani di età superiore ai 65 anni, correlati ad influenza A/H3N2 continua a registrasi in Belgio, Francia, Portogallo, Regno Unito, Spagna e Svizzera. Viene riportata la più alta mortalità in questa fascia di età rispetto alle precedenti 4 stagioni influenzali (http://www.euromomo.eu/).

Il sottotipo predominante sia sul territorio che per i casi ricoverati è il virus A/H3N2. Circa i . dei virus A/H3N2 presentano delle differenze antigeniche (drift) rispetto al ceppo A/H3N2 contenuto nel vaccino stagionale (www.flunewseurope.org ). 







SIMG AVELLINO - PROBLEMATICHE NEFROLOGICHE PER IL MEDICO DI FAMIGLIA




GESTIRE LA CRONICITÀ IN MG... SI DEVE! - SABATO SIMG SALERNO

Caro Collega,


                  SIMG, FIMMG, Cooperative mediche del Consorzio Mega Ellas,  con il patrocinio morale dell’Ordine dei Medici , hanno promosso un percorso formativo  accreditato  incentrato sui problemi clinici e assistenziali della cronicità.

                  Il Territorio, se dotato di risorse e formazione adeguate, può rappresentare una risposta vincente, appropriata ed efficace, alle sfide epidemiologiche del XXI secolo:  patologie degenerative,  disabilità e non autosufficienza, prevenzione e diagnosi precoce.
                  Nella speranza che questo percorso possa  essere condiviso, attendiamo anche il Tuo contributo, di critica e di suggerimenti.
              

                  Cordialmente
   Presidente SIMG Sezione di Salerno
          Maria  Antonietta Scovotto




DELTA - SIMG


Delta c’è anche per voi!

La rivista Delta, nata nel 2000 con l’avallo della SIMG, edita senza fini di lucro, continua a pubblicare trimestralmente notizie sulle terapie per l’HIV.

Dedica anche ampio spazio all’HCV in considerazione delle innovazioni terapeutiche e delle problematiche per l’accesso in Italia.

Nel prossimo numero, che uscirà a marzo, saranno pubblicati gli aggiornamenti delle Linee Guida di terapia per le persone con HIV e per quelle coinfette con HCV.

Delta si propone di aggiornare i medici di famiglia, che hanno la possibilità di rilevare comportamenti e sintomi correlati a queste patologie in una vasta popolazione.

L’abbonamento alla rivista è gratuito e si può richiedere nel sito: