FLASH NEWS

a cura della Segreteria Organizzativa Nazionale SIMG - Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie

martedì 28 luglio 2015

I DIVERSAMENTE OSPEDALI - 23 OTTOBRE 2015 - TORTONA






PROGETTO VIOLA 2015 - FOGGIA

VIOLA 2015 - FOGGIA

Nei giorni 16-23-30 Maggio, per il secondo anno, si è svolto a Foggia in stretta collaborazione con la ASL FG,  il corso di Formazione Vìola. La formazione quest’anno si è rivolta a tutti i Medici delle Cure Primarie: Medici di Medicina Generale (MMG), Medici di Continuità Assistenziale (MCA), Medici dell’Emergenza-Urgenza Territoriale 118, Pediatri di Libera Scelta (PLS), ed in collaborazione con la FIMP / FIMMG / SIMG-DAUNAed ORDINE dei Medici ed Odontoiatri della provincia di Foggia. Uno sbarramento ideale dei Medici del territorio che si sono allenati ad individuare le donne ed i bambini con i segni ed i sintomi clinici della “Sindrome post-traumatica da stress”.

Il corso è stato preceduto da una raccolta dati organizzata in collaborazione con il servizio di formazione aziendale mediante la somministrazione di un questionario, per due settimane consecutive, alle donne che per qualsiasi motivo entravano in una sede di MMG/PLS/118/C.A. L’elaborazione del questionario, convalidato dal nostro servizio epidemiologico aziendale, ha confermato la presenza del 18-20% di violenza sul nostro territorio, violenza fisica e sessuale ma soprattutto economica e psicologica.

Gli strumenti di lavoro individuati sono stati: la domanda, consigliata a livello internazionale, da sottoporre a tutti i nuovi iscritti “Lei ha mai subito Violenza?” oppure “Si sente sicura/o in casa sua?”; il file raccolta-dati con gli indicatori di Violenza definiti dall’O.M.S.; la Linea-Guida costruita dal gruppo di lavoro, con la quale il Medico riesce ad indirizzare la paziente o il paziente verso le strutture idonee all’accoglienza ed infine tutti i recapiti distrettuali delle assistenti sociali divisi per distretto.

Sono stati affrontati tutti gli aspetti legislativi e gli obblighi giuridici della violenza e del maltrattamento contro le donne ed i minori con particolare attenzione all'obbligo di referto e denuncia di reato da parte degli operatori sanitari.

Una intera sessione è stata dedicata all’ascolto accogliente, quello che  permette di creare un legame con la o il paziente che subisce violenza domestica. Un ponte di aiuto e di sostegno tra la solitudine e la paura ed il proprio Medico. Sono per lo più pazienti fragili che vanno sostenute/i nel loro percorso di autostima.

Sono gli stereotipi ed i pregiudizi che tanto influenzano l’atteggiamento della vittima e del carnefice che vanno combattuti ed affrontati. In un questionario dei “Bisogni formativi” sottoposto agli iscritti del corso, quasi la metà ha pensato che la vittima abbia potuto provocare con il proprio comportamento l’atto violento.

E’ necessario creare una rete di prevenzione sia attraverso le scuole che tramite l’educazionedei bambini alla diversità di genere evitando di adottare nel processo educativo degli stereotipi culturali che educhino alla sopraffazione e alla violenza.

Il corso è terminato con un lungo elenco di “cose da fare”: dall’introduzione dell’insegnamento della Medicina di Genere e della Violenza Domestica nei corsi universitari, nel corso di formazione specifica in Medicina Generale, presso la scuola di specializzazione in Pediatria e alla estensione della formazione obbligatoria per tutti i Medici ed Operatori della Sanità. A questo proposito la ASL FG ha previsto, con specifica delibera aziendale, la formazione di un gruppo stabile di lavoro che prosegua nel tempo il suo operato, dimostrando quindi grande sensibilità al problema.

Insieme il cambiamento è possibile, basta volerlo.
Dott.ssa Pedale Rosa (gruppo di lavoro Vìola-FG)


IMPARARE A INSEGNARE - MODENA 5 settembre 2015 - Scuola Italiana a Modena per pazienti e caregiver “Formatori” ...dal “paziente esperto” al “paziente formatore”





Università di Modena e R.E. Université de Montréal e
SIMG Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie


Scuola Italiana a Modena
per pazienti e caregiver “Formatori” ...dal “paziente esperto” al “paziente formatore”

Perché e come coinvolgere i pazienti e i familiari nella Formazione

Programma
Presentazione dell’esperienza della scuola canadese dell’Università di Montreal

Prof Marie-Claude Vanier e prof Vincent Dumez (Montreal)
I nostri pazenti e caregiver: dalla narrazione della storia di malattia, con bisogni e aspettative, ai messaggi di insegnamento,

Ruolo dell’Università
Prof G.Pellacani, G.Zanetti, F.Consorti , G.Aggazzotti,

Ruolo della Simg Dott. C.Cricelli,
Presentazione della Scuola italiana dei pazienti/caregiver Formatori

M.S.Padula (MMG), N.Guaraldi(Pediatra)

Sono invitati:
Pazienti e caregiver, Associazioni dei pazienti Medici, Infermieri e Studenti
5 settembre 2015, ore 9 – 13

Aula Magna, Centro dei Servizi Didattici della Facoltà di Medicina - Modena 






SCHEDA PER L'ISCRIZIONE PER L'EVENDO DEL 5 SETTEMBRE 2015:

EDUCAZIONE NUTRIZIONALE - NEWSLETTER LUGLIO 2015


testata
testata
Newsletter - Luglio 2015
::
Caffeina, il parere dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare
Il limite per gli adulti è di 4-5 caffè al giorno, ma occorre tener conto degli energy drink.
Fonte: EFSA Panel on Dietetic Products, Nutrition and Allergies (NDA). EFSA Journal 2015;13(5):4102


::
Prevenire e combattere la sarcopenia
Esercizio e alimentazione per migliorare la massa muscolare negli anziani.
Fonte: Denison, Hayley J., et al. Clinical interventions in aging 10 (2015): 859.

::
Obesità e rischio di ictus ischemico

I giovani obesi potrebbero avere un rischio maggiore rispetto ai coetanei con peso normale.
Fonte: Mitchell, Andrew B., et al. Stroke 46.6 (2015): 1690-1692.

::
Fumo e attività fisica negli anziani

Le persone anziane che fanno attività fisica potrebbero guadagnare fino a cinque anni di vita
.
Fonte: Holme, I., and S. A. Anderssen. British Journal of Sports Medicine 49.11 (2015).

testata 
SCHEDA ALIMENTAZIONE E PATOLOGIE
Dieta per Sovrappeso e/o obesità nell'adulto
Un'utile scheda per il medico pratico che contiene:
- Raccomandazioni dietetiche generali
- Alimenti consentiti, non consentiti e alimenti consentiti con
moderazione
- Consigli pratici
Un efficace strumento creato per educare il paziente e facilitare il medico nella pratica clinica quotidiana. La scheda ha un facile linguaggio e può essere stampata e consegnata al paziente.
 
Nuovo Software per la Prevenzione
Il software Osservatorio Grana Padano è stato completamente rinnovato rispetto alla versione precedente. L'applicazione 3.0 è gratuita e ti permetterà di analizzare lo stile di vita e le abitudini alimentari dei tuoi pazienti, oltre che individuare carenze o eccedenze di macro e micronutrienti. Puoi decidere la complessità dell’intervista per patologia e ricevere consigli personalizzati sullo stato del paziente, compresi i fabbisogni basati sui “LARN 2012”, per educarlo sui principi della prevenzione primaria.
in collaborazione con
testata
Tutto il materiale presente nel sito collegato con questa newsletter è protetto da copyright 2004/2015 ©OSC Healthcare S.r.l. - Bologna - Italy

lunedì 13 luglio 2015

La Spezia, 27\06\2015 - Corso di aggiornamento "Dal pain generator all'appropriatezza terapeutica”, 2° incontro: la gestione degli oppiacei in medicina generale





Ore 8:00 Accoglienza e iscrizione 


Ore 8:30 Quale e quanto dolore? Dr.ssa C. Rossi 

Ore 9:00 Strategie di gestione degli oppiacei Dott. M.Salesi 
Percorsi didattici (PDT) in modalità interattiva per ciascun percorso condiviso 
tra 1 MMG, 1 Specialista , discussant e discenti. 

Ore 9:30 PDT Il dolore cronico nell’anziano con comorbilità Dott. Filorizzo 

Ore 10:30 PDT Il dolore cronico nel paziente in età lavorativa Dott. M.Salesi- Dott. L. Sanna 


Ore 11: 15 Coffee break 


Ore 11: 30 PDT Il dolore cronico nel paziente old old Dott. M.Salesi- Dr.ssa G.Bardelli 

Ore 12.30 PDT Il dolore cronico e la gestione degli effetti collaterali nella terapia Dott. M.Salesi- Dott. Filorizzo 

Ore 13.30 PDT Il dolore cronico nel paziente “difficile” Dott. M.Salesi- Dott. L. Sanna 

Ore 14:15 Test di verifica dell'apprendimento e test di valutazione dell'evento 

Ore 14:30 Conclusioni e chiusura 



 SLIMET FEDERAZIONE ASSOCIAZIONI SCIENTIFICHE LIGURI DELLA MEDICINA GENERALE (METIS FIMMG, SIMG, SCUOLA SAVONESE) E DELLA PEDIATRIA (APEL, FIMP) 
Sede: piazza della Vittoria 12/20 – 16121 Genova 
slimet.liguria@gmail.com – www.slimet.it