FLASH NEWS

a cura della Segreteria Organizzativa Nazionale SIMG - Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie

sabato 26 marzo 2016

CALENDARIO EVENTI FORMATIVI SIMG AVELLINO 2016 - AGGIORNATO








26 APRILE 2016 - ROMA - DALLA VIOLENZA DI GENERE AL FEMMINICIDIO








9 APRILE 2016 - LA SPEZIA - PROGETTO VÌOLA - RUOLO E MODALITÀ OPERATIVE DEL MMG NELLA RETE DEI SERVIZI DI SUPPORTO ALLE DONNE CHE SUBISCONO VIOLENZA


30 MARZO 2016 - GENOVA - OLTRE L’OSPEDALE , LE CURE PRIMARIE DALL’APPROPRIATEZZA CLINICA ALL’APPROPRIATEZZA ORGANIZZATIVA

Cara/o collega, 
come forse saprai la  Regione Liguria sta  elaborando un PIANO DI RIORGANIZZAZIONE  DEL SISTEMA SANITARIO LIGURE ; attraverso la pubblicazione del LIBRO BIANCO  (qui allegato: LINK LIBRO BIANCO PDF) ha avviato un processo di condivisione del PIANO  con gli operatori sociosanitari Liguri . Per questo motivo , volendo essere protagonisti di questo cambiamento  a livello di CURE PRIMARIE e MEDICINA GENERALE , abbiamo organizzato  il convegno
OLTRE L’OSPEDALE , LE CURE PRIMARIE
DALL’APPROPRIATEZZA  CLINICA
ALL’APPROPRIATEZZA ORGANIZZATIVA
(vedi programma in coda)
Al quale abbiamo invitato l’ASSESSORE ALLA SALUTE  SONIA VIALE  e  il COMMISSARIO DELL’AGENZIA REGIONALE SANITARIA   WALTER LOCATELLI.
L’obbiettivo è confrontarsi  sul futuro prossimo delle cure primarie  liguri  con proposte e progetti CONCRETI ;  abbiamo anche invitato la PROF. ROBERTA SILIQUINI  presidente del CONSIGLIO SUPERIORE DI SANITA’  a spiegarci il razionale del decreto appropriatezza  e per un confronto civile ma aperto sul tema dell’appropriatezza .
Grazie per l’attenzione

Valeria Messina - Presidente SIMG Genova
Pierclaudio Brasesco - Presidente MEDICOOPGENOVA





12 MARZO 2016 - FOGGIA - VÌOLA DAY - DEDICATO A CARMELA...





12 MARZO 2016 - LA SPEZIA - GIORNATA DELLA PREVENZIONE DEDICATA ALLA POPOLAZIONE DI ETÀ FRA I 16 E I 39 ANNI


SIMG PIEMONTE – NEWS


ATTIVITÀ DELLE SEZIONI, 2015-2016
8 marzo 2016


SEZIONI PROVINCIALI.
ALESSANDRIA. CORSI & CONGRESSI

La SIMG Piemonte ha indetto il 2° Concorso  per le migliori Tesi finali del Corso di Formazione Specifica in MG (triennio 2012-2015). Il concorso è stato presentato dalla Presidente della SIMG Torino Simonetta Miozzo e dal responsabile Nazionale SIMG Area Formazione Giuseppe Ventriglia, durante la cerimonia di consegna dei diplomi, il 28 gennaio 2016, alla presenza dei coordinatori del triennio Giuliano Bono e Aldo Mozzone. Gli autori delle migliori tre tesi riceveranno buoni acquisto per attrezzature da studio medico e la possibilità di presentare un Poster al Congresso Nazionale Simg 2016. Inoltre è previsto un ulteriore premio (buono sconto del 50% sull’iscrizione al primo anno del corso triennale di counselling oppure sconto del 50% sulle giornate formative sul counselling sanitario per un anno  presso l’Istituto Change di Torino) per l’autore della migliore tesi dedicata alla comunicazione/relazione medico-paziente. Infine ai primi dieci classificati verrà offerta l’iscrizione alla SIMG per l’anno 2016 e l’ospitalità al Congresso Nazionale SIMG a Firenze novembre 2016. La premiazione avverrà durante una serata organizzata per i soci SIMG (data da definire che sarà comunicata via e-mail) presso la sala delle Carrozze di Villa Raby, sede dell’Ordine dei Medici di Torino. (S.M.)


Diversi Soci hanno partecipato nel corso dell’anno ad eventi con lezioni e relazioni. Ne pubblichiamo l’elenco, ringraziando anticipatamente i Soci che, a richiesta, metteranno a disposizione le relazioni. Per richiese e info: simg.alessandria@simg.it
·      La lombalgia: Percorso Integrato di Cure e adeguatezza del trattamento
·      Le neuropatie periferiche e le iperCPKemie: gestione del paziente nella pratica clinica
·      Le malattie infiltrative diffuse polmonari
·      Il medico di medicina generale e l’ematologo si incontrano (citopenie periferiche, linfadenopatie, gammopatie monoclonali, il paziente onco-ematologico lungo-sopravvivente)
·      Integrazione tra MMG, pneumologo ed allergologo
·      L’assistenza al paziente complesso: il ruolo del MMG
·      Appropriatezza prescrittiva nel paziente con ansia o depressione
·      Il nuovo calendario vaccinale per la vita: il ruolo del MMG
·      Il paziente con fibrillazione atriale: ottimizziamo gli interventi preventivi
·      I Diversamente Ospedali. Ovvero: quale mission per le Case di Riposo?



 

La Sezione SIMG di Asti si è arricchita, negli ultimi tempi, dell’iscrizione di molti giovani colleghi, alcuni già usciti dal triennio della Specifica, altri che ancora stanno frequentando. Essi sono stati coinvolti attivamente nella vita della Sezione ed un piccolo gruppo ha presentato Congresso Nazionale SIMG 2015, insieme ad un socio “anziano (Giovanni Grassini) un Poster che ha vinto il al 3° premio. Autori del Poster: Elena Robino, Giovanni Grassini, Giacomo Casale ed Alberto Grassini. (R.P.)


Dal gennaio 2016 è diventato ufficialmente esecutivo un progetto di gestione della BPCO proprio della Medicina Generale.
Insieme alla Sezione Provinciale FIMMG (i cui iscritti per la quasi totalità sono anche soci SIMG) sono state individuate sul territorio della ASL di Asti 8 Medicine di Gruppo selezionando per ogni gruppo un medico particolarmente interessato. È stata realizzata una giornata di formazione sulla gestione della BPCO e sull’uso dello spirometro in MG. A ciascun medico individuato è stato dato uno spirometro (se non ne possedeva già uno). Il progetto è stato totalmente autofinanziato in ogni sua fase dalle sezioni provinciali SIMG e FIMMG, compresi l’acquisto di spirometro per chi ne era sprovvisto e l’accreditamento ECM. Il progetto prevede di individuare all’interno dei gruppi i pazienti che potrebbero avere una BPCO non ancora diagnosticata, eseguire una spirometria di base e, nel caso, avviarli alla terapia adeguata. L’uso dello spirometro collegato al computer consentirà di creare un database che sarà utile poi anche nel follow-up. Il tutto in raccordo con la pneumologia dell’Ospedale di Asti a cui fare riferimento per eventuali esami di secondo livello e per qualunque problematica clinica si incontrasse nel percorso. Sono previsti momenti di verifica dell’andamento del progetto a 6 e 12 mesi. Il progetto è stato diffusamente pubblicizzato con locandine e manifesti negli studi interessati, sul sito dell’ASL e nelle farmacie locali, nell’auspicio che i farmacisti possano contribuire a monitorare l’aderenza e la compliance dei pazienti alla terapia.
Obiettivi: migliorare conoscenze e competenze dei MMG; aumentare le diagnosi di BPCO ed il numero di spirometrie effettuate a fini diagnostici; gestire adeguatamente i con BPCO in riferimento alle Linee Guida diagnostiche e terapeutiche; riportare nel setting della MG la gestione di una patologia che ci compete e che non può trovare altrove un approccio adeguato; intervenire efficacemente nell’uso razionale delle risorse (uso appropriato dei farmaci e della diagnostica, riduzione delle riacutizzazioni e dei ricoveri, miglioramento della qualità di vita dei pazienti…) ed essere in grado di fornire dati documentabili e verificabili; stimolare i colleghi all’applicazione delle LG nella pratica lavorativa e all’utilizzo di strumenti e tecnologie ormai facilmente accessibili a tutti e che potrebbero garantire un notevole valore aggiunto alla professione.
L’auspicio è di avviare un percorso che possa essere, come per il Diabete, un modello di Gestione Integrata per la Medicina Generale. (R.P.)


Continua l’attività formativa ECM della sezione cuneese della SIMG, realizzata in collaborazione con la Scuola Piemontese di Medicina Generale Massimo Ferrua. Tra i temi affrontati di recente: patologia oculistica, certificazione in medicina generale, cefalee. Nel programma formativo per l’anno 2016 sono stati coinvolti alcuni giovani medici cui è stato anche chiesto di attivarsi per il prossimo congresso nazionale con relazioni e poster. In programmazione una serie di incontri brevi, in collaborazione con specialisti locali,  su argomenti di interesse, quali l’uso corretto degli inibitori di pompa protonica, l’ecodoppler dei tronchi sovraortici, strutturati come “intervista All’esperto”.  (B.A.)


Prosegue l’attività del gruppo nato all’interno della sezione SIMG Torino e dedicato alla progettazione ed alla diffusione del progetto Scegliamo con cura, presso i medici di medicina generale e la popolazione. Il progetto è nato e viene svolto in collaborazione Silvana Quadrino (Istituto Change, Torino). Scegliamo con cura è la prosecuzione del progetto Fare di più non significa fare meglio, nell’ambito del quale sono state individuate le “5 pratiche a rischio di inappropriatezza in Medicina Generale”. La strategia prevede due momenti  formativi per i MMG: nel primo si condividono e si discutono le pratiche, nel secondo si pone l’attenzione sulla comunicazione medico-paziente per la condivisone del progetto di cura.
In una seconda fase sono previsti incontri con la popolazione e focus group con piccoli gruppi di pazienti per valutarne le ricadute in termini di modifica dell’atteggiamento nei confronti del tema. Nel corso del 2015 sono state realizzate due edizioni della fase formativa: una nella Asl TO3 e una nell’Asl TO2 mentre il 5 marzo 2016 si è svolta la prima parte del corso presso l’Ordine dei Medici di Torino. La seconda parte sarà effettuata il 28 maggio prossimo.
Scegliamo con cura ha riscosso molto interesse tra i medici ed alcune edizioni del corso sono state realizzate o sono in corso di programmazione anche in altre Regioni.
Sono disponibili per i Soci manifesti e volantini per le sale d’attesa dei nostri studi, allo scopo di diffondere l’iniziativa e di spiegare ai cittadini gli elementi cardine del progetto che lo vedono al centro del dibattito. Segnaliamo anche che  Altro Consumo, oltre alla collaborazione nella realizzazione dei volantini, ha pubblicato le schede delle 5 pratiche per i cittadini, scaricabili anche dal sito Web di Altro Consumo o disponibili già stampate presso SIMG Torino (chi fosse interessato a ritirare copie dei manifesti, dei volantini e delle schede sulle pratiche può richiederle a simg.torino@simg.it ).



SIMG TORINO AL CONGRESSO WONCA
La sezione SIMG Torino sarà presente al 21° Wonca Europe Conference che si terrà a Copenhagen nel giugno 2016, con un poster (the “Top five list” the Italian project for appropriateness  in General Practice) e con una oral presentation: An Italian proposal. Scegliamo con cura, a proper communication as a resource for both patients and family physicians. (SM)


La sezione SIMG di Torino ha promosso un gruppo di lavoro dedicato allo studio ed alla valutazione di alcune procedure diagnostiche, normalmente eseguite in medicina generale, per valutarne l’affidabilità e la significatività reale in modo da poterle proporre come “buone pratiche EBM”. Hanno aderito al gruppo venticinque colleghi delle sezioni di Torino e Vercelli. L’obiettivo è di selezionare procedure realmente efficaci, in grado di coniugare praticità e rapidità di applicazione con affidabilità e accuratezza diagnostica. Le attuali aree di interesse sono: il dolore di spalla e  ginocchio, il mal di testa, il prurito, le vertigini e la lombalgia.  Per ogni situazione clinica vengono presi in esame le diverse fasi della diagnosi: colloquio clinico, esame obiettivo ed eventuali accertamenti da richiedere. Scopo finale è di proporre percorsi diagnostici sostenuti da evidenze di efficacia ed affidabilità. (L.A.)


È entrata nel sesto anno di attività la partecipazione di SIMG Torino al percorso di formazione professionalizzante di uno dei corsi di laurea in medicina dell' Università di Torino. Alla fine del 2010 la facoltà di medicina dell’ospedale San Luigi Gonzaga di Orbassano, all'epoca seconda facoltà universitaria torinese, progetta un percorso innovativo che permetta agli studenti di conoscere e sperimentare le cure primarie. MMG, Distretti e 118 devono diventare sedi di tirocinio integrato e valido per l'ottenimento dei crediti universitari.
SIMG Torino accetta la sfida, definisce gli obiettivi, stila una griglia di osservazione come strumento formativo per gli studenti, firma una convenzione con l'Università. Due settimane nello studio di un MMG-tutor, una settimana al Distretto, una al 118 (centrale operativa e ambulanza). Gli studenti sono entusiasti, le riunioni valutative periodiche una bella occasione di incontro tra tutor, docenti universitari e studenti.            
Nel 2011 SIMG Torino organizza con l'Università il primo corso di formazione per tutori (direttori di Distretto, operatori del 118, MMG) che affrontano due giornate di confronto serrato sulla metodologia della formazione sotto il coordinamento
 di Giuseppe Ventriglia.         
Si iniziò l’attività di tirocinio con gli studenti del VI anno, oggi incontriamo anche
 quelli del III, ancora non in possesso della dottrina necessaria, ma ai quali si propone una riflessione sulle relazioni medico-paziente e la possibilità di apprendere i primi rudimenti dell’esame obiettivo. Alcuni tutori SIMG partecipano poi al progetto Dorsale clinica in fase di sperimentazione presso il polo universitario del San Luigi. L’invito di SIMG ai suoi soci è di aprirsi alla possibilità di partecipare a questa attività, potenziale fonte di confronto con le nuove leve della futura medicina e di partecipazione al percorso formativo dei nuovi medici. Chi fosse interessato contatti simg.to@simg.it. (P.M.)




In estate 2015 è  nata a Torino la sezione della AIDM : Associazione Italiana Donne Medico,  con sede presso l’Ordine dei Medici di Torino . L’Associazione è una società scientifica  e risulta essere, in base ai parametri ministeriali, all'ottavo posto nell’elenco delle società scientifiche italiane. L'AIDM si è proposta per le linee guida sulla Medicina di  Genere . Il giorno 11 giugno 2016 si terrà presso l’ordine dei Medici di Torino, organizzato da AIDM con la  collaborazione della SIMG Torino, il Convegno "eventi cardiologi acuti nel genere femminile".
Chi fosse interessato a conoscere o ad iscriversi alla  AIDM può contattare la Simonetta Miozzo o Patrizia Mathieu tramite simg.torino@simg.it, o direttamente Gabriella Tanturri , presidente AIDM sez. di Torino gabri.tanturri@gmail.com.


SIMG Piemonte e AIDM (Associazione Italiana Donne Medico) sezione di Torino, collaborano con un gruppo  di ricerca afferente al Dipartimento di Psicologia, il cui responsabile scientifico  è la professoressa Norma de Piccoli, ordinario di Psicologia  Sociale e di Comunità, Università di Torino. La ricerca ha come obiettivo lo studio delle conoscenze sulla medicina di genere allo scopo di intercettare alcuni processi psicosociali facilitanti o ostacolanti l’attenzione alla Medicina “gender oriented”. Viene impiegato un questionario, tratto dalla letteratura internazionale, atto a rilevare le opinioni dei MMG sul tema. Nel corso dello Congresso Nazionale SIMG 2015 è stato distribuito il questionario e si intende proseguire la ricerca coinvolgendo i MMG del Piemonte. I dati raccolti e analizzati dal dipartimento di Psicologia saranno preziosi per stimolare il dibattito in SIMG e costruire percorsi formativi ad hoc. SIMG Piemonte curerà la diffusione del questionario tra i colleghi e confida nella loro preziosa collaborazione. (S.M.)


Da alcuni anni SIMG Torino collabora con “Bottega del possibile”, associazione di promozione sociale che si  occupa di politiche, formazione e ricerca nell’ambito della domiciliarità. SIMG ha concesso il patrocinio e partecipa ad alcuni eventi nell’ambito del programma formativo annuale denominato "La borsa degli attrezzi". Per saperne di più: www.bottegadelpossibile.it  (P.R.)


Nel corso del 2015 sono state realizzati alcuni incontri di formazione per i colleghi della MG: “Le Malattie infiammatorie intestinali, una famiglia allargata” (in collaborazione con Il servizio di Gastroenterologia ed Endoscopia dell’ Ospedale s. Andrea di Vercelli), “Empatia e comunicazione ospedale – territorio, aggiornamenti su problematiche ematologiche gammopatie monoclonali, mieloma e mielodisplasie” (in collaborazione con i servizi di Oncologia, Medicina Interna ed Ematologia dell’Ospedale di Vercelli), “Prevenzione cardiovascolare efficace: il contenimento della spesa sanitaria nell’appropriato trattamento delle dislipidemie: nota 13 dalla teoria alla pratica” (in collaborazione con SISA e con i servizi di Diabetologia di Asti e Novara).


L’istituto CHANGE offre ai soci della SIMG Piemonte lo sconto del 20% su qualsiasi tipologie di attività formativa realizzata presso di loro. www.counselling.it  (SM)


Maria Milano, MMG in Pianezza e socia SIMG Torino e Giuliana Bondielli, MMG e Counsellor in Toscana, hanno recentemente pubblicato con Franco Angeli Editore, collana Ricerca Empirica ed Intervento Sociale, un libro che riporta cinquantadue storie di cura inerenti i pazienti in fine vita, scritte da MMG, pazienti e caregiver.
Obiettivo del lavoro è “riflettere come uno specchio i vissuti, le regole e le criticità e allo stesso tempo consentire di elaborare strategie per attuare le cure più appropriate nel fine vita (…) che costituiscono una sfida urgente che impone una revisione della clinica e dei servizi alle persone ed alle famiglie”. (GV)



martedì 8 marzo 2016

Scuola Alta Formazione SIMG - Bando di concorso per MMGcPI su Dolore e Cure Palliative

Per il bando clicca qui
Per consultare l'intera offerta formativa e gli obiettivi presso la Scuola di Alta Formazione SIMG clicca qui